Libri sugli animali per bambini: un lungo viaggio alla scoperta del Pianeta

I migliori libri sugli animali per bambini
Condividi:

Oggi ho deciso di dedicare un post ai libri sugli animali per bambini in quanto tali, andando cioè ad escludere tutte quelle storie che impiegano l’elemento animale per definire vizi e virtù squisitamente umane (buona parte della letteratura per l’infanzia) e a concentrarmi sulla “cosa in sé”, vale a dire sul regno animale spogliato di connotazioni aliene o metaforiche.

Se buona parte delle favole classiche e dei moderni albi illustrati ricorrono spesso a volpi, leoni, gatti e cani per introdurre qualità morali in modo allusivo e simbolico, esistono da sempre (e continueranno ad esistere per sempre) numerosi libri sugli animali che mirano invece a definire le prerogative delle differenti specie e ad introdurre ai giovani lettori i concetti di biodiversità, ecosistema e ambiente specifico.

In sostanza, mi concentrerò su quei libri che possono essere impiegati alla stregua di minuscole enciclopedie, specifiche o generali, per mostrare ai bambini gli animali che vivono in un determinato ambiente, per introdurre le loro prerogative, definire la loro natura alimentare, chiarire il loro ciclo vitale e per far così comprendere ai piccoli lettori la varietà di un mondo davvero stupefacente.

la savana da toccare libri per bambini

Prima (nei mie post c’è sempre un “prima”) di addentrarmi nei titoli specifici e nella consueta suddivisione delle opere secondo fasce d’età, mi preme sottolineare comunque le ragioni che portano i libri sugli animali ad essere tra le opere più amate dai bambini di tutto il mondo.

Se un bambino piccolo è tanto attratto da un libro sugli animali, anziché da uno che parla di orologi da tavolo o elicotteri, ciò avviene perché una certa componente zoofila è insita nell’animo di tutti i piccini dalla notte dei tempi, in virtù di una serie di nessi mentali, culturali ed esplorativi che portano i bimbi a riconoscere l’animale come qualcosa di estremamente prossimo alla sua stessa natura e, al contempo, come qualcosa di estremamente esotico e affascinante.

Oltre alle ovvie ragioni legate a quanto i cuccioli di cane e gatto siano talmente morbidi e coccolosi da sembrare dei peluches semoventi, quando il bambino osserva il mondo animale si innescano nel suo cervellino una serie di nessi e concatenazioni che esulano dalla semplice struttura fisica del quadrupede e che lo portano ad appassionarsi alla materia in modo marcato.

 

Perché i bambini sono tanto attratti dai libri sugli animali?

Come dicevamo, non esiste probabilmente un solo bambino al mondo che non strabuzzi gli occhi di fronte ai primi libri sugli animali, che non cerchi di toccare e accarezzare mucche e paperelle o che non guardi estasiato ele solenni rappresentazioni del leone.

La passione dei bambini per gli animali nasce generalmente in una fase prelinguistica della crescita e trova il suo collante in una sorta di affinità ideale che lega il piccolo al regno animale, dato che anche quei buffi esserini non riescono ad esprimersi secondo gli schemi del misterioso linguaggio dei “grandi” e che gli animali trascorrono l’intera esistenza alle prese con una sorta di lallazione continua, facilmente riproducibile.

Anziché articolare proposizioni complesse, l’animale si limita infatti ad emettere semplici suoni monosillabici che lo portano immediatamente ad accaparrarsi le simpatie del bambino; ben lieto di muggire, belare o miagolare a seconda delle capacità.

Bambino con elefante

Attraverso il regno animale, il piccolo accede così ad una sfera linguistica differente da quella dei suoi genitori e può agevolmente impersonare una di quella simpatiche bestiole, proprio in virtù della sua capacità di riprodurre un linguaggio assolutamente privo di misteri, costrutti complessi, inflessioni mutevoli o doppi sensi.

Paradossalmente, accade spesso che i libri sugli animali si rivelino in realtà alla stregua della chiave d’accesso privilegiata per la nascita di una sfera linguistica completa, dato che, dopo averli emulati, il bambino vuole ora definirli e che all’interno del primo bagaglio linguistico dei piccini si trovano spesso numerosi vocaboli riferiti al mondo animale.

In seconda istanza, una volta superata la fase della lallazione, il bimbo continua a venire attratto dai libri sugli animali perché sono facili da comprendere e perché i loro “protagonisti” vengono definiti da un’unica peculiarità alla volta, senza troppe sfumature da comprendere.

Se interrogate un bambino di 3 o 4 anni sulla natura dei suoi animali preferiti, il piccolo non esiterà a definire le bestie in questione in base ad un unico attributo; l’elefante è grande, il leone è forte, la mucca dà il latte e tutti loro fanno (o sono) inizialmente una cosa sola, favorendo la nascita di un legame associativo semplice ed immediato.

Una volta “cresciuto”, il bambino non cessa mai di amare i libri sugli animali perché, in parte retaggio della sua primissima infanzia e, in parte elemento da esplorare nel dettaglio e da chiarire fino in fondo in ogni minimo particolare.

Se il primo interesse per i bambini verso il regno animale nasce cioè dall’assonanza, man mano che il bambino cresce trova nei leoni, nei rinoceronti, negli orsi o nelle giraffe una sorta di elemento che invita all’esplorazione di quelle creature e di quei mondi tanto distanti e diversi dalla realtà conosciuta.

Bambina con orso

Il regno animale simboleggia agli occhi dei bambini più grandi desiderio di scoperta e avventura e spinge i giovani lettori ad appassionarsi a mondi in cui le regole dell’azione umana sono sovvertite per dare vita a nuove forme di equilibrio e armonia.

Il leone non è più ora un buffo animale che fa “roarrrr” e nemmeno un nesso causa-effetto vivente, ma il re di un mondo misterioso; popolato da altri animali, da scenari naturalistici differenti dalle realtà urbane e da elementi incredibilmente avventurosi e tutti da scoprire.

Sicuramente, sull’immenso amore dei bambini per i libri sugli animali gioca un ruolo di rilievo anche quel fattore culturale che prevede, come premesso, favole e fiabe incentrate su allegorie zoofile volte a rappresentare tratti umani universali.

Il fatto che buona parte delle favole e delle moderne storie illustrate ricorra agli animali per parlare al cuore dei bambini è al tempo stesso causa e conseguenza dell’amore dei bambini per gli animali e contribuisce ad alimentarlo, venendo a sua volta alimentato da tutte quelle avventure illustrate.

 

Libri sugli animali, come sceglierli?

Dalla lunga introduzione, appare logico che la scelta dei libri sugli animali da regalare ai nostri figli sia legata a doppio filo alla condizione anagrafica dei piccini e che è possibile istituire un lungo percorso letterario che parta da assonanze e versi per concludersi con opere davvero incentrate due biodiversità e concetti più complessi.

Se, nel corso della fase antecedente alla scuola d’infanzia, libri sugli animali muniti di semplici figure e didascalie vanno più che bene (dato che il nostro obiettivo è quello di suscitare un primo interesse e di favorire la lallazione), man mano che i piccoli crescono, risulta opportuno votarsi in direzione di libri in grado di contestualizzare gli animali trattati e di definire il loro ciclo vitale in base ad un numero di attributi sempre crescente.

Libri sugli animali per bambini

Se per un bimbo di un anno in mezzo , va cioè più che bene un libro che riporta in una pagina una pecora, con la dicitura “pecora” (e magari un bel belato), un bambino di tre anni vorrà sapere dove vive la pecora e cosa fa, mentre uno di cinque sarà pronto per contestualizzare l’ambiente di riferimento nel contesto geografico, per capire che la pecora è un erbivoro e una facile preda per gli animali carnivori.

Come letture propedeutiche per bambini molto piccoli, suggerisco dunque quelle in grado di rappresentare in modo chiaro e attraente gli animali oggetto del nostro interesse, a prescindere dall’eventuale presenza di un surplus esplicativo che lascerebbe il proverbiale tempo che trova nel corso di questa primissima fase.

Pur restando centrali, le illustrazioni possono venire via via ridimensionate, al trascorrere degli anni, per lasciare spazio a quelle spiegazioni che rendono i libri sugli animali per bambini alla stregua di piccole enciclopedie per l’infanzia e che fissano i parametri di una conoscenza destinata a durare nel corso degli anni.

Libri sugli animali per bambini: una breve lista divisa per fasce d’età

Premesso che (come sempre) la lista successiva ha valore in funzione esclusivamente esemplicativa e che il mondo è davvero pieno di ottime opere a tema, passerò ora a chiarire cosa intendevo poc’anzi e a proporre alcuni libri sugli animali divisi in base alle rispettive fasce d’età.

 

Gli animali, edito da Giunti Kids1) Gli animali, edito da Giunti Kids

Nonostante Amazon lo indichi come libro adatto a bambini dai tre o quattro anni (forse non ne hanno mai conosciuto uno in carne e ossa), Gli animali di Giunti Kids rappresenta una delle pietre angolari in grado di garantire il primo approccio dei piccolissimi al fatato mondo dei libri sugli animali.

Estremamente didascalico, fino all’estremo, Gli animali non è altro che una raccolta di tavole perfettamente illustrate, all’interno delle quali si trovano raffigurate le più disparate specie animali divise per ambiente di riferimento.

La scelta di usare in modo quasi esclusivo “primi piani” delle bestiole raffigurate su sfondo colorato permette inoltre ai bambini piccolissimi (ribadisco, questo libro va benissimo anche ad un anno di età!) un’identificazione agevolissima e priva di ambiguità di sorta, in grado di dare il primo imprinting alla scoperta del regno animale.

Gli animali, edito da Giunti Kids libro

Privo di versi (vi conviene riprodurli a voce) e di spiegazioni di qualunque natura, Gli animali è dunque l’entry level ottimale per iniziare ad attrarre i bambini verso una materia che li terrà incollati come mosche al miele per molti anni a venire.

Acquista su Amazon Aggiungi al Carrello

 

Nella fattoria. Libri tattili sonori2) Nella fattoria. Libri tattili sonori

In caso invece abbiate figli molto piccoli e siate stufi di ripetere versi monosillabici per spiegare loro il concetto, Nella fattoria integra la componente visiva con una tattile e una sonora, entrambe finalizzate all’ampliamento della componente sensoriale.

Opera basata in modo esclusivo sugli animali da cortile (a differenza del precedente libro trattato), Nella fattoria si adagia alla perfezione sulle esigenze conoscitive di un bimbo di età compresa tra gli 8-9 mesi e i due anni, passando in rassegna animali piuttosto comuni e sconfinando spesso in direzione del gioco.

Comprensivo di pochissime parole, utili ad inquadrare la situazione nel suo contesto di riferimento attuale e poco più, Nella fattoria risulta davvero ben illustrato e basato su una gamma cromatica in grado di trasmettere un senso di benessere ai più piccoli, alle prese con piccoli quadri solari e armoniosi.

Nella fattoria

Meno “ecnciclopedico” de Gli animali, ma forse più attraente, Nella fattoria è anch’esso un otttimo punto dal quale prendere il via nel lungo viaggio in direzione dei libri sugli animali per bambini.

Acquista su Amazon Aggiungi al Carrello

 

La savana da toccare3) La savana da toccare

Edito da Franco Cosimo Panini e parte di una splendida collana più ampia (il Mondo da toccare, ho già parlato del bosco e del cantiere), La savana da toccare sfrutta un elemento tattile di tipo pop-up per consentire ai bambini un riconoscimento completo dell’animale rappresentato e una definizione sensoriale più ampia.

Incentrato in modo esclusivo sulla savana, l’opera risulta strutturata secondo coppie di tavole che prevedono, da un lato, la rappresentazione del singolo animale e dall’altra la composizione di piccoli riquadri in cui la suddetta creatura si trova intenta nelle sue principali attività quotidiane.

L’accento sull’opera muta qui a seconda dell’età di lettura, dato che un bambino di due anni si focalizzerà in modo quasi esclusivo sulle “tavole grandi”, andando ad accarezzare la criniera del leone o a toccare la dura scorza dell’elefante, mentre uno più grandicello si farà agevolmente incuriosire dalle scene di caccia e abbeveramento e vorrà saperne di più.

La savana da toccare libro

Tra i pochi libri sugli animali ideato per soddisfare le esigenze di diverse fasce di età, La savana da toccare può essere letto tanto a due anni, quanto a cinque, in entrambi casi in chiave propedeutica ad opere più specifiche.

Acquista su Amazon Aggiungi al Carrello

 

 Il libro dei perché.Gli animali4) Il libro dei perché.Gli animali

Edizione speciale a tema zoofilo dell’intramontabile libro dei perché, Il libro dei perché.Gli animali è davvero una piccola enciclopedia tematica che, al pari del Libro pop-up degli animali (lo avevo già recensito, ma lo metterei ovunque) offre davvero un ritratto eccellente delle differente creature e delle loro peculiarità.

Da leggere nella fase in cui i perché si fanno più assidui e sempre più mirati, Il libro dei perché.Gli animali offre infatti un’ampissima gamma di risposte ai quesiti che i bambini si pongono sul tema animalesco, chiarendo, ad esempio, la natura degli schizzi d’acqua che provengono dalla testa della balena, secondo uno schema non così ovvio nemmeno per i lettori adulti.

Basato sulla presenza di linguette e inserti pop-up, il libro rappresenta sicuramente un’ottima lettura per i bambini di età compresa tra i 4 e i 6 anni e può agevolmente venire consultato anche dopo per colmare una specifica lacuna o approfondire una singola tematica non così chiara.

Il libro dei perché.Gli animali

La relativa brevità dell’opera, rispetto al suo corrispettivo precedentemente citato, lo rende ideale tanto per una lettura “tutta d’un fiato”, quanto per brevi approfondimenti mirati, a seconda dell’età del bimbo e dalla sua specifica propensione all’ascolto e alla scoperta.

Acquista su Amazon Aggiungi al Carrello

 

Come vivono gli animali.5) Come vivono gli animali. Una guida agli animali del mondo. Libro pop-up. Ediz. illustrata

Concludiamo questa breve rassegna di libri sugli animali sempre con un’opera dalla vocazione enciclopedica e sempre con un libro di tipo pop up (alla faccia di chi sostiene che questa categoria sia popolata in modo esclusivo da inutili gingilli e giocattoli).

Come vivono gli animali. Una guida agli animali del mondo è davvero un’opera stupefacente, ricca di informazioni e animata da illustrazioni da favola, volte a riprodurre in veste tridimensionale i singoli ambienti trattati, al punto che il lettore ha davvero la sensazione di immergersi nella foresta pluviale o di toccare con mano gli ambienti artici.

Data l’estrema preponderanza della parola scritta e il livello di dettaglio raggiunto dalle descrizioni, Come vivono gli animali. Una guida agli animali del mondo è un libro perfetto per tutti coloro che hanno ormai familiarità col regno animale e che vogliono approcciarsi alla biodiversità mondiale con gli occhi dei piccoli esploratori.

Come vivono gli animali libro

Come vivono gli animali. Una guida agli animali del mondo è dunque un libro adattissimo a bambini dai 5 anni in su, ormai pienamente coscienti delle potenzialità della loro mente e di quel desiderio di scoperta che risulta perfettamente incarnato dal Pianeta in cui viviamo e da tutte le sue infinite sfumature faunistiche.

Acquista su Amazon Aggiungi al Carrello

 

I libri sugli animali ci parlano di assonanze e differenze da rispettare

Eccoci dunque al termine del nostro breve viaggio nel mondo dei libri sugli animali per bambini ed eccoci dunque pronti per iniziare una nuova avventura, esattamente come tutti quei bambini che iniziano ad amare il regno animale per assonanza per poi appassionarsi alle specifiche differenze.

Se dall’alba dei tempi i libri sugli animali per bambini continuano a rappresentare uno dei cardini della nostra civiltà e della nostra letteratura, la ragione risiede nel fatto che il regno animale è un duplice specchio della nostra natura e una fonte di interesse in grado di sviluppare autentica tolleranza e autentico rispetto per quella “casa comune” che ci vede tutti votati verso un identico destino.

Leggere libri sugli animali hai bambini è un’operazione che porta in dote molto più valore di quanto possiamo immaginare e che permette di accompagnare il piccolo nel suo sviluppo emotivo secondo differenti necessità e differenti messaggi da tramandare.

Aiutare i bambini a comprendere le differenze tra le specie naturali potrà fungere da valida guida per tutti coloro che, esattamente come abbiamo fatto noi, guardano il mondo per trovarci loro stessi e scoprino in esso il fascino della diversità e il rispetto per tutto ciò che si discosta dai nostri canoni conoscitivi iniziali.

Per saperne di più, scarica il mio libro “La letteratura per l’infanzia” a questo link

Maestra Sara
Sono blogger e mamma di due splendidi bambini, ho deciso di aprire questo blog per cercare di dare risposta agli infiniti quesiti che attanagliano la mente di grandi e piccini fin dalla notte dei tempi.
Altri articoli che potrebbero interessarti
Primissime letture per bambini dai 2 ai 3 anni, come orientarsi
storie di halloween per bambini
Storie di Halloween per bambini, alla scoperta della “notte delle streghe”